gli itinerari

Gli itinerari nella zona del giardino botanico sono molteplici. Di seguito riportiamo quelli più rappresentativi:

  • Dal Rifugio Barbara al GBA Peyronel passando per il colle Barant: della durata di circa 2 ore, è l'accesso più semplice per il raggiungimento del giardino. Si percorre infatti l'antica mulattiera militare che portava al colle Barant e che prosegue fino alla Conca del Prà. Salendo da questo percorso sono presenti le bacheche didattiche di "Impariamo ad osservare" che vi accompagneranno nella conoscenza degli aspetti più importanti dell'ambiente, sia naturali che antropologici.
  • Dalla Conca del Prà al GBA Peyronel: è l'accesso più lungo ma piacevole per raggiungere il giardino. Partendo da Villanova (TO) si raggiunge la Conca del Prà in circa 2 ore di cammino su comoda mulattiera. Giunti alla conca troverete il Rifugio Jerwis (aperto tutto l'anno), la Locanda Ciabota e l'azienda agrituristica Catalin Bruno. In tutte queste strutture è possibile pernottare e mangiare. Dalla conca si raggiunge poi il giardino botanico seguendo la mulattiera appena ricostruita (2013) che porta al colle Barant in sole 1 ora e 30.
  • Dalla Conca del Prà al Rifugio Granero: pur non passando per il giardino botanico questo itinerario è di notevole bellezza. In circa 2 ore e 30 partendo dalla conca si giunge al rifugio. Da qui sarà possibile l'ascesa al Monte Granero (3171 m) o scendere verso il rifugio Barbara..
  • Anello dei 3 rifugi: itinerario che ha dato il nome alla gara di corsa in montagna permette di percorrere un anello partendo dal rifugio Barbara, salendo al colle Barant e quindi al GBA Peyronel per poi scendere verso la Conca del Prà. Da qui si risale verso il Rifugio Granero per poi fare ritorno al punto di partenza. La durata totale è di circa 8 ore ed è quindi consigliato il pernottamento in una delle diverse strutture disponibili.
foto: