28 Luglio - 4 Agosto

Domenica 28 luglio comincia la nostra prima avventura al Giardino Botanico Peyronel e, per due della piana come noi, perfino l'arrampicata fin su al rifugio Barant si è rivelata essere un'impresa. Ma d'altronde chi va piano va sano e va lontano!

Per tutta la settimana fortunatamente il bel tempo ci ha accompagnati, attirando un sacco di visitatori e permettendoci di non dover accendere la stufa neanche una volta.

L'aver saputo da subito che le docce, così come i servizi non erano utilizzabili, ci ha momentaneamente intristito e preoccupato, ma alla fine per lavarci ci siamo organizzati con una vissutissima bacinella e scaldando l'acqua in una pentola, alla vecchia maniera.

Tra i vari pellegrini, abbiamo fatto la conoscienza di Giovanni e Paola, due savi ex-allievi del Prof. Peyronel, che ci hanno narrato simpaticamente della severità del botanico a cui è dedicato il Giardino.

Il fato ha voluto che dei nostri concittadini di Carmagnola e di Pancalieri capitassero proprio da quelle parti ed è stato un piacere conversare con loro riguardo le precedenti scampagnate in montagna.

Ci sono venuti a trovare anche i volontari del campo Legambiente Val Pellice, (i quali, oltre ad averci fatto un'ottima compagnia, ci hanno anche gentilmente rifornito di cibarie) che abbiamo accompagnato nel giro del Giardino e ai quali abbiamo mostrato alcune tra le bellissime genziane appena spuntate.

Sabato, invece, tenda con gli amici della pianura che hanno deciso teneramente di fermarsi a mangiare cena e dormire lassù con noi, per apprezzare una cucina casalinga montana e un fantastico cielo notturno con tanto di stelle cadenti.

La settimana si conclude così: tra lavori vari (abbiamo messo un po' a posto il percorso oltre ad aver piantato un sacco di cartellini, alcuni montati ex-novo), avvistamenti animali (tanti camosci, marmotte, tra cui Qui, Quo e Qua, ranocchie e culbianchi) e il topino che si fa fotografare in tutto il suo splendore!

 

Chiara e Jury

data: 
Saturday, August 10, 2019