Prima Settimana al Giardino by Lia

Prima Settimana al Giardino by Lia

Dopo la bellissima giornata di apertura in tante e tanti, e ancora il primo giorno in compagnia, resto sola a custodire il Giardino Botanico e ad accogliere i visitatori per questa prima settimana di apertura.

Gente ne passa davvero poca, soprattutto italiani e in particolare torinesi, molta gente che il Giardino l’ha già visitato: qualcuno fa la visita guidata lo stesso e con piacere, altri non si fermano neanche. Spicca la mancanza degli stranieri: francesi, olandesi, tedeschi, danesi, svizzeri, inglesi… che gli altri anni erano i più numerosi nelle prime settimane di luglio. Il coronavirus e i blocchi alle frontiere non hanno però fatto desistere un gruppone di ragazzi e ragazze ungheresi, a cui racconto un po’ di cose e che guido nel Giardino col mio improbabile inglese!


Le fioriture sono stupende, un’esplosione!

Quasi quotidianamente si aggiungono nuovi colori e tutti i giorni il primo giro lo faccio con un mazzo di cartellini da piazzare. E con un foglietto in tasca in cui mi segno le piante su cui ho dubbi, che poi guardo in casetta sul Pignatti e su La Flora Alpina. Molti dubbi li ho chiariti e ho proseguito a piazzare cartellini, altri li ho lasciati per i più esperti 🙂 tipo le felci e alcune orchidee.
I cartellini nuovi con le foto sono molto più apprezzati dai visitatori, ma, di quelli che avevo attaccato l’anno scorso, alcuni si sono staccati, perciò ho evitato di usare ancora lo stesso silicone vecchio, e ne ho fatti altri attaccando il cartellino nuovo su uno vecchio illeggibile con lo scotch. Il risultato non è male. Mej che niente!
Il tempo è stato clemente, sempre qualche ora di Sole alternata a nubi alte o nebbia fitta. Comunque ho accaso la stufa (che funziona benissimo) tutte le sere anche per togliere l’umido di tutto l’inverno in casetta.

I rapporti col nostro vicino, il gestore del Rif. Barant Gianluca, sono stati ottimi: è stato sempre gentile e mi ha fatto piacere conoscerlo un po’ di più. Mi ha chiesto se può dire alla gente che scende dal Rifugio di prendere l’acqua al Giardino, che sapete lui la tira su con la pompa da Pian delle Marmotte. Io gli ho detto ovviamente di sì e così la poca gente che passa e chiede ce la manda giù, a volte già col depliant del Giardino in mano!
Che altro dire? Ho visto due volte, più un’altra scendendo, la salamandra Lanzai, vari gheppi e camosci la sera e la mattina, due volte l’aquila e, manco a dirlo, marmotte a tutto spiano!!!
L’anno prossimo vorrei proporre di aprire prima, proprio a inizio Luglio o se ce la facciamo a fine Giugno, perché queste settimane sono proprio meravigliose dal punto di vista floreale.

Vabbè, ma ora siamo solo all’inizio e quindi BUONA STAGIONE a tuttttttt!!
A presto
Lia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *